Buon 2019

Happy new year

Il 2019 è arrivato e quindi vorrei fare il punto sul blog. Giorni fa festeggiavo i 10 anni e a novembre facevo considerazioni sul SEO e i dati di andamento.
In realtà penso che per un po’ non scriverò più di SEO, non perché non mi interessi più, ma perché credo di aver esaurito gli spunti, quelli che ha solo chi fa il mercato tutti i giorni e purtroppo con l’accantonamento delle attività web prima e di Cookery Lab poi è da almeno 5 anni che non sono fuori dal giro.

Vorrei continuare a fornire spunti, questi sono il vero contenuto del blog, cercare di non annoiare il lettore e fornire delle imbeccate per far partire ragionamenti/discussione che portano ad un miglioramento e questa mia attività si sta spostando sempre più sul lato sicurezza.

A breve arriveranno altri post sulla sicurezza e vorrei riuscire a scrivere anche un articolo con la mia personale visione, ma oggi mi concentro un po’ su quello che ho fatto al blog, per cercare di recuperare i fasti passati in termini di indicizzazione e quindi visibilità.

Come prima cosa ho effettuato tutta una serie di aggiornamenti perché sappiamo da tempo che affidabilità della fonte (vedi https) e velocità (ottimizzati immagini, css e js oltre ad una revisione del caching) sono diventati parametri importanti per scalare le SERP. Ho anche rivisto tutto il layout del blog, inserendo un carousel (erano anni che lo volevo fare) e la mia timeline di twitter, l’unico social oltre LinkedIn dove sono attivo e infine mi son piegato a cookie e privacy :).

Poi ho imparato ad usare il tool di Google PageSpeed Insights, ottenendo questo risultato:

Nonostante tutto ciò, il tempo per invertire la tendenza di deriva del sito e tirare delle conclusioni è forse poco, quindi continuerò nel frattempo a produrre contenuti, nella speranza che servano ad aiutare qualcuno e poi se ci sarà tempo rifarò il punto più avanti.

Cercherò anche un approccio nuovo ai dati, sia guardando l’ultimo mese che tutto il 2018, concentrandomi sulle visite, la loro durata, sui bounce, le sorgenti di traffico. Nel 2019 sperimenterò magari anche i nuovi dati resi disponibili da analytics sul pubblico, come fasce di età e interessi.

Dati di fine 2018:

  • 580 visite, 680 pagine viste nel mese (5.986 nell’ultimo anno in calo del 31% rispetto al 2017);
  • circa il 93% (87% nell’anno) di bounce. Questo è il dato più brutto, e lo collego al fatto che il blog non ha più referral validi e i landing da motore di ricerca sono per poche pagine specifiche;
  • 20 secondi (44 nell’anno, in calo quasi del 6% rispetto al 2017) di average time sul sito;
  • 73% di traffico da desktop, 25% da device mobili (il sito è molto poco efficiente per questi device), il resto da tablet;
  • 60% usa Chrome, 18% Safari, 10% Firefox, 7% Edge, 3% IE e 2% Safari;
  • 64% Windows, 16% iOS, 10% Android, 7% Mac e 3% Linux;
  • 71% da Italia, 11% da USA e 5% da UK,
  • 92% del traffico da organic search, 7% diretto.

Condividi se lo hai trovato interessante, oppure lascia un commento 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.