Inviare le fatture elettroniche alla Pubblica Amministrazione? Facile!

Fatturazione elettronica PA

L’entrata in vigore della fatturazione elettronica alla Pubblica Amministrazione il 31 marzo 2015 ha visto centinaia di migliaia di PMI affacciarsi ad un mondo fino a quel momento sconosciuto. Un mondo fatto di dinamiche nuove, intermediari informatici, formati XML e notifiche d’esito in cui non trovava più spazio il documento cartaceo e la gestione tradizionale ad esso associata.

Se da un lato il meccanismo ha indubbiamente portato quella spinta digitale tanto aspettata all’interno degli Enti pubblici e nel rapporto con il cittadino, in grado di velocizzare i tempi di pagamento e tracciare puntualmente quanto avviene fra fornitore e cliente, dall’altro ha portato moltissimi professionisti a interfacciarsi con un mercato di soluzioni software e servizi online estremamente vasto e spesso confuso, alla ricerca del partner in grado di guidarli in questo nuovo processo.

Fattura Facile è il servizio di fatturazione elettronica alla Pubblica Amministrazione online Continua a leggere

Nuovi controlli nel “Sistema di Interscambio”

Gruppo Indicom

Webinar sulla conservazione di Giancarla Porro

Lo scorso mese di maggio il Sistema di Interscambio (SdI) ha introdotto nuovi controlli sulle fatture destinate alle Pubbliche Amministrazioni (FatturePA): 8 nuovi codici di scarto che fino a fine mese verranno SOLO segnalati nell’elemento “Note” del messaggio XML firmato “Ricevuta di Consegna (RC)”, ovvero nell’elemento “Note” del messaggio XML firmato “Notifica di Mancata Consegna (MC)”, senza tuttavia rifiutare la fattura.

A partire dal 1° agosto 2016 invece le fatture che non supereranno i nuovi controlli saranno rigorosamente scartate ed i relativi codici di errore saranno riportati nella Notifica di Scarto (NS), con il conseguente mancato recapito alla PA di riferimento.

Se volete approfondire l’argomento ed evitare che le fatture NON vengano pagate, conviene giocare un po’ di anticipo magari iniziando da un breve Webinar

Aggiunta massiva Record DNS

DNSNelle scorse settimane mi sono trovato nella necessità di aggiungere decine di record DNS ad un server, ho ovviamente scartato subito per pigrizia e poca tolleranza all’errore la strada di farlo a mano.
Ho creato quindi questo script power shell:

#Definizione nome server, dominio appartenenza record e posizione file con gli hosts
$ServerName = "DNS01"
$domain = "dominio.it"
#Schema del csv e path (C:\dns.csv)
#host,IP - riga intestazione obbligatoria
#host1,192.168.0.1
#host2,192.168.0.2
Import-Csv C:\dns.csv | ForEach-Object {

#Definizione delle variabili
$host = "$($_.host).$domain"
$addr = $_.IP -split "\."

#Comando di creazione degli A Record
dnscmd $Servername /recordadd $domain "$($_.host)" A "$($_.IP)"
}

Lo script con i commenti è abbastanza auto-esplicativo, deve semplicemente essere accompagnato dal suo file csv in base allo schema definito con la riga di intestazione.