tiger woods

Una Coppa per Manassero, una Giacca per Mickelson

Il Masters si è concluso ieri sera ed è stato un grande Masters!

I primi complimenti vanno a Phil Mickelson, che con mia grande sorpresa ha vinto. Non vedovo Mickelson molto in forma, ma si vede che un major è un po’ come un derby, non conta chi è più forte o chi è più in forma, conta sola la voglia di vincere e Phil ne aveva così tanta che si è meritato la terza giacca verde.

Complimenti a Tiger, ci ha fatto vedere dei colpi da vero fuoriclasse. La vittoria sarebbe stata prematura, aspettiamo che smetta di forzare e di essere frettoloso di imbucare, in ogni caso ancora complimenti per aver guagliato il record di 4 eagle in un torneo (Mickelson ne ha fatti “solo” 3).

Complimenti per tutte le hole in one che ci avete regalato.

Complimenti a tutti gli italiani in gara, a Matteo per il suo discorso di premiazione, per il suo 36° posto (+4) e per la vittoria della Silver Sterling Cup come “miglior Amateur”. Ricorda che la Sterling l’hanno vinta anche Mickelson e Tiger.
Complimenti a Chicco Molinari, al suo primo Masters si è piazzato 30° a +3, da te sinceramente mi aspettavo di più, la top ten sono alla tua portata.

Complimenti al pubblico, fantastici i boati dell’Augusta National.

Ci vediamo all’Open d’Italia.

Golfballs.com

masters3

Il Golf ti lascia in mutande

Non è sicuramente una questione di costi o crisi, perchè il Golf (con la G maiuscola) lascia in mutande anche i professionisti del tour mondiale impegnati in questi giorni a Miami nel CA World Championship.

Alla 3 del Doral Golf Resort & SPA lo svedese Henrik Stenson manda il suo tee shot in un ostacolo d’acqua, in base alla Regola 26, questa situazione gli lascia solo 3 opzioni:

  • giocare la palla come si trova
  • giocare nuovamente una palla dal punto dal quale ha mandato la palla in ostacolo (con la penalità di un colpo)
  • droppare, a qualunque distanza dietro l’ostacolo d’acqua (con la penalità di un colpo)

Stenson per non incorrere in penalità aggiuntive decide di giocare la palla come si trova, a questo punto per evitare la doccia di acqua e fango, già provata quest’anno a Dubai, decide di denudarsi, entrare nell’ostacolo e giocare a Golf in mutande!